martedì 26 giugno 2012

- Asilo....Fatto!


 Oggi è stato l’ultimo giorno di Asilo Nido, da Settembre andrà alla “scuola dei grandi”… alla Cucciola è stato conferito il diploma di AQUILOTTO “in quanto ha imparato a volare con le proprie ali”…questo è quello che riporta il suo primo “foglio di carta” consegnatole per la festa dei Diplomi!!
 La Cucciola ha frequentato questo fantastico nido solo per un anno, ma devo dire che le è servito tantissimo, ha acquisito ancora più indipendenza, sicurezza e poi è diventata una vera cantante…ha un repertorio infinito di canzoncine che canta dalla sveglia, passando dalla cena, fino all’ultimo momento prima della nanna. Ovviamente “Whisky il ragnetto” è anche il suo preferito nei momenti in cui non vuole ascoltare, intonare qualche nota la aiuta a far finta di niente, per la nostra gioia e quella delle nostre pazienze che ad un certo punto hanno un limite…..
Ma torniamo all’esperienza del nido….qualche giorno fa c’è stata la festa, per la quale io e altre 5/6 mamme abbiamo messo su’ un teatrino sulla base del percorso esperienziale di Giacomino e il Fagiolo magico. Abbiamo realizzato i burattini con mestoli di legno (vi posterò qualcosa nella sessione ‘Lavoretti’) e con un po’ di fantasia, non certo la mia, ma quella delle mie fidate comari di lavoro, le mamme di altri due bimbi La S. e La B., che sono state incredibili, io non avrei saputo neanche da che parte cominciare, ho fatto solo i lavori di “manovalanza” , però il giorno della recita sono stata una grande Regista!!!!
 I bambini hanno apprezzato molto, seduti e fermi hanno seguito con grande attenzione tutto lo spettacolino, ma sono convinta che la parte che hanno preferito di gran lunga sulle altre, è stata quando la gallina ha depositato le uova….cioè un cestino pieno di ovetti di cioccolato...yummy!!!! 

domenica 24 giugno 2012

"Cesti" per il pic-nic


 Premesso che io a livello manuale sono una vera schiappa e questo vuol dire che quello che propongo riuscirebbe a farlo anche un bambino di 6 anni, che non  so’ quanto potrò portare avanti questa rubrica, visto che quando mi hanno concepita, non hanno assolutamente pensato  che avrei potuto aver bisogno di un minimo di coordinazione fine e di creatività, magari una minima parte di quella che aveva mio padre, dato che è stato un bravissimo artigiano, ma questi sono solo dettagli,mi permetto di proporvi una cosina carina quanto utile.
Fare un “cesto” per il Pic-Nic con le cassette di legno della frutta:

·         Prendete una cassetta di legno, il fruttivendolo ve le dovrebbe dare anche gratis
·         Carta vetrata di spessore medi
·         Pennellessa rettangolare non troppo larga
·         Sottosmalto bianco ad acqua
·         Smalto opaco bianco
·         Acqua ragia o diluente
        ·         Per Stencil: Colori verde bosco e giallo (quelli che ho usato io), mascherine per Stencil foglie e edera. 
 

venerdì 22 giugno 2012

Cottura al punto giusto...

Potrebbe sembrare un post di cucina, ma lungi da me prendere il posto alla mia Bea che tratta cosi bene questa rubrica, io vi farei fare solo dei gran pastrocchi senza senso. Il titolo sdrammatizza una giornata cominciata bene e che invece si è conclusa con un pò di senso di colpa che mi sta perseguitando. Ieri dopo aver passato una mattinata in macchina, non ne potevo veramente più, il caldo mi stava attanagliando anche le punte dei piedi e dopo aver preso La Cucciola all'asilo, siamo andate in piscina. In uno di questi fantastici posti dove c'è la piscinetta per i bambini alta 50cm e quindi questo vuol dire che tu puoi stare tranquillamente a sedere al bordo e il nanetto gioca da solo, tu ogni tanto lo intrettieni, lo controlli un pò, perchè una scivolatina può fare brutti scherzi... du' boccate d'acqua ci sono state proprio a pennello ;)! E io che mi sono messa a parlare con due mamme (sconosciute) e questo fa parte della Community Mum o solidarietà femminile, visto che eravamo difronte una all'altra  a dare un occhio ai bimbi, ci siamo scambiate due chiacchiere ( perchè io parlerei anche con il gatto) per passare quei 5 minuti, senza fare le ebeti e sorridere ad ogni gesto della pupattola/o. Con i giochini che avevamo portato siamo riusciti ad intrattenere tutti bimbi della vasca, dai piccoli ai più grandi, quelli di sette anni si spruzzavano con Minnie e la balena, insomma tanta goliardia alltogether!!!!! Verso le 18.00 ci avviamo verso la doccia, felici di queste 3 ore di refrigerio e delle nuove conoscenze fatte, ci laviamo, ci vestiamo e poi saliamo in macchina che la Tatessa ci aspetta per la cena o meglio aspetta la Cucciola per cena, perchè la Mumy aveva un impegno "mondano"...solo una cenetta fra amici. Dopo essersi addormentata in macchina, arrivate a casa la topola era cosi calda ma cosi calda che se gli si metteva un uovo sulle coscine, lo cuoceva in 5 min e la testa pareva un termosifone, emanava calore a distanza di 10cm....ovviamente aveva la febbre...che pillole!!! Mi sono sentita un pò m****, eppure lei era stata bene, trnquilla, le avevo messo tanta crema, aveva bevuto....ci eravamo tanto divertite! E io tutt'ora mi sento in colpa, sai quella vocina interna che ti dice "chiamala povera Cucciola, che adesso è sul divano tutta triste, perchè te l'hai voluta mettere sotto al sole cocente del deserto del Sahara", "ma che mamma...." E poi ovviamente stamattina visto che saltava come una Gazzella, l'ho mandata all'asilo...Brava, brava, brava...io!! E quindi mi chiedo, ma come funziona, in questo periodo solo uscite serali? Dobbiamo stare tappate tutto il pomeriggio nella nostra casa senza aria "confezionata" e quei simpaticissimi 28 °C alle 2 di notte??!!! Ho capito...Mea Culpa, Mea Culpa, Mea Culpa!!!






p.s. Scusatemi se avrò fatto qualche Error ma son quasi le 3.00 di notte e comincio ad essere stanchina... Bon Nuit!!!

martedì 19 giugno 2012

Ginnastica con il Bebè


Eccomi dopo un po’ di tempo, so’ di aver trasandato questa rubrica, che invece ci preme cosi tanto a tutte. Perché tanto si sa appena usciamo dalla sala parto ci guardiamo tutte la pancia ed esclamiamo ”Ma è ancora qui? Guarda che ciambella!!! Ma non l’ho appena fatto?”. E poi nei mesi successivi appena passiamo davanti ad uno specchio, inevitabilmente ci guardiamo quel punto vita ormai nascosto dal rotolo post-parto e tutti ci dicono “ma dai stai proprio bene, tempo al tempo, prima o poi se ne andrà, come anche i chili di troppo, non preoccuparti dai!!!” Ma tutte queste moine non bastano a convincerci e anche a me non mi hanno MAI convinta, anzi mi sembravano un po’ prese per il Kulen (sorry!)
Visto che nei primi mesi, soprattutto se i bambini nascono da Marzo/Aprile in poi, l’unica cosa che possiamo fare per ammazzare il tempo e vedere du’persone è fare interminabili passeggiate, allora approfittiamone!!!
Fate Power Walking con la carrozzina, è un’attività molto in voga negli Stati Uniti, se andate a New York, a Central Park ci sono decine di mamme a correre con il passeggino….sì potete anche correre, basta avere il passeggino adatto, quelli con le ruotone tipo chiodate per intendersi. Mettetevi un buon paio di scarpe da ginnastica (Vedi 5 Regole d’oro), vestitevi sportive e se avete un bel parco in zona cominciate la vostra attività di Remis En Forme. Se prima di rimanere incinta eravate abituate a correre, potete anche ricominciare da dove avete lasciato. All’inizio sarà un po’ dura, ricordatevi che avete da spingere un passeggino (di almeno 10 kg) con bimbo incorporato e  che avete PARTORITO da poco!!!!

lunedì 18 giugno 2012

Un primo all'aperto ...

C’è qualcuno che le chiama “grigliate estive”, quando di grigliato il più delle volte c’è  poco o nulla, altri che si lanciano in inglesismi tipo “garden party”, altri ancora che usano l’equivoca espressione “merenda-cena” ma, alla fine, la realtà è sempre quella, si tratta di cene! Ad un orario piuttosto che un altro, ma sempre di cene si tratta!  Il mite clima estivo, le belle giornate in cui il sole tramonta tardi, non sono altro che scuse per storpiare il nome e il contenuto di questi eventi culinari. Soprattutto il contenuto. Mi spiego meglio.
Per come la vedo io, qualsiasi invito che si rispetti, sia in inverno che in estate, non può non comportare qualcosa di caldo nel menù; non sto dicendo che il 10 agosto dobbiamo metterci a fare bollito e minestrina in brodo, o carbonara e arrosto,  ma un primo semplice e caldo, secondo me, andrebbe sempre proposto.  Ecco perché oggi vi illustrerò uno dei miei ultimi esperimenti …. Spaghetti tonno, pomodorini e capperi!
Quando parlo di esperimenti, non parlo di novità gastronomiche, ma parlo di miei esperimenti, nel senso che è  la prima volta che mi accingo nella preparazione del piatto … devo dire che questa volta sono stata proprio contenta !!
A questo giro l’idea mi è venuta proprio perché sono stata invitata ad una cena in giardino (ovviamente chi ci ha invitato ha usato l’espressione “Garden Party”, perché dire solo cena in giardino era brutto ….mah), con tanto di organizzazione con musica, varie ed eventuali. 
Peccato che l’organizzatore, si fosse dimenticato un piccolo dettaglio … il cibo !!
In assenza di immediati volontari, sempre l’organizzatore, aveva proposto di fare una cena solo fredda, con un po’ di bibite a seguire ….ora, immaginatevi la faccia di una astemia e amante della cucina come me, quando ho saputo questa cosa…ovviamente sono inorridita! 

Ciò detto mi sono offerta volontaria per preparare da mangiare, ma mi ci voleva un’idea nova…..sono andata un po’ a cercare in giro ed ecco che la lampadina si è accesa.
Non ho perso tempo, giusto giusto ieri sera l’ho sperimentata…. ecco quindi  a voi i risultati e gli ingredienti necessari ! 
Buon appetito !

Per 4 persone:
500 g spaghetti di quelli
cottura 12’
4 scatolette di tonno da 150 g
1 confezione di pelati
1 confezioni di pomodorini 
½ barattolo di capperi sotto sale
Olio e sale q.b.  

Preparazione:
Mettete l’acqua a bollire in una pentola adatta per cuocere gli spaghetti e chiudetela con un coperchio; quando bollirà buttate la pasta girando continuamente, in modo che gli spaghetti non si attacchino; nel mentre preparate il sugo.
In una padella abbastanza grande mettete un pochino di olio, tanto da farlo aderire su tutta la superficie, poi accendete il fuoco e tenetelo basso; lavate bene e tagliate a dadini i pomodori e, quando l’olio sfrigolerà, aggiungeteli, insieme a tutta la scatola di pelati. Lasciateli cuocere per 5’ abbondanti, e poi aggiungete la mezza confezione di capperi sotto sale, che avrete precedentemente lavato e pulito. 
Lasciate cuocere tutto per altri 5’ e poi aggiungete il tonno, mescolando bene, in modo che si spezzetti e che si amalgami al sugo, poi aggiustate di sale.  
A questo punto, se avete fatto le cose per bene, la pasta dovrebbe essere pronta, quindi scolatela e saltatela in padella con molta calma, in modo che la parte buona del sugo non rimanga tutta sul fondo.


Dimenticavo .... ecco la canzone di sottofondo adatta ...buon lavoro !! 




venerdì 15 giugno 2012

Un Coccolino!!!



Che emozioni i bambini!!
Stasera la Cucciola mi ha spiazzato completamente...
Il nostro Iter-nanna e solo nostro, perchè noi ne abbiamo uno speciale, visto che purtroppo riesco a metterla a letto solo due/tre volte a settimana,inizia con una lettura di una sotia o librino a scelta della Cucciola sul divano o sulla poltrona in camerina sua, poi lei mi dice "Lettino" e io la metto a letto, le canto una ninna nanna, se cosi vogliamo chiamarla…è solo un abbozzo di rima, che non sempre torna, sulla classica cantilena di “ Ninna Nanna, ninna oohh…” e poi la bacio, le faccio tante carezze sulla sua testolina ricciolona e poi le do’ la Buona Notte e vado via ( non per seguire il metodo Eastvill eh!!!).
Poi lei mi richiama una volta, ci abbracciamo un po’ e poi me ne torno a finire di sparecchiare. Dopo un po’ mi richiama ancora e io le rifaccio qualche carezza, le accendo il carion... insomma il Tram Tram dura una mezz’oretta buona!!! Anche se crolla dal sonno fa di tutto per non addormentarsi…adesso ha anche la scusa della pipi’, ogni tanto cerca di usarla per rialzarsi un minutino, andare in bagno e poi ritornare definitivamente a lettino.

Il tempo delle pesche...

Sinceramente? Io non sono proprio un’amante dell’estate ! Personalmente preferisco di gran lunga l’inverno, la neve, lo sci, il freddo, la cioccolata calda e tante, ma tante coperte sul letto, non ché il mio fido scalda sonno ben acceso.
Però, c’è una cosa che adoro del periodo estivo e che non si ripete in nessun altro momento dell’anno ... la frutta !! D’estate è un delirio …. Melone, fragole, albicocche, ciliegie, cocomero (non chiamatemelo anguria, per favore) e soprattutto pesche !! 
Ecco quindi una delle mie ricette preferite in questo periodo … la torta di pesche!
Poche ricette sono così semplici e allo stesso tempo tanto gustose, e poco ricette mettono armonia tra grandi e piccini tanto quanto questa…quindi non mi resta che illustravi i pochi passaggi necessari !!!
Ah, già, dimenticavo … vi va un po’ di Jovanotti ???!!!


Buon lavoro e Buon appetito e Buon "ombelico del mondo" …

Ingredienti:

3 grandi pesche mature
3 uova
50 g zucchero a velo
150 g zucchero
150 g farina
200 g burro
mezza bustina di lievito per dolci

Preparazione:  

in un pentolino a fuoco lento, sciogliete 150 g burro, conservando i restanti 50 g per imburrare la teglia in cui avete deciso di cuocere la torta; nel frattempo in una ciotola abbastanza capiente mescolate bene i due tipi di zucchero. Quando il burro sarà sciolto, versatelo nella ciotola con lo zucchero e aggiungete ad una ad una le uova, sempre mescolando bene. Quando si sarà formato un composto liscio ed omogeneo, aggiungete la farina, precedentemente mescolata con i lievito, un cucchiaio alla volta, facendola aderire al composto. 


Quando avrete ottenuto un impasto uniforme senza grumi, sbucciate le pesche e tagliatele a dadini non troppo grandi, che andrete ad aggiungere all’impasto.
A questo punto versate tutto nella teglia ben imburrata  e cuocete per 40’ a 160; la torta sarà cotta quando risulterà marroncina sulla superficie e asciutta all’interno! 



lunedì 11 giugno 2012

Social Family Day

Siamo giusto di ritorno dal Social Family Day di Mamma che Blog, per noi è stata la prima volta....incredibile!!

Siamo tornate ancora più entusiaste ed elettrizzate di quando siamo partite. A parte il fatto che è stato elettrizzante dare un volto a tutti i blog che seguo, mi sono sentita come una bambina che vede i suoi beniamini, mi sono trattenuta dal chiedere autografi..ahahahah...non mi sembrava il caso, anche se per me, qualcuna di queste blogger, sta diventando quasi un idolo. Piena di ammirazione e di soddisfazione, scrivo questo post con un gran sorriso sulle labbra, perchè è stata una giornata più che positiva e motivante. Ho parlato con tante mamme/blogger con molta più esperienza di me, ma tutte sono state molto carine e aperte, mi sono sentita accolta pur essendo una "novellina"! Questo clima mi è piaciuto, in modo rilassato e tranquillo ho potuto chiedere e dire quello che pensavo, senza sentirmi fuori luogo o inesperta. Vorrei anche fare i complimenti a tutti gli addetti ai lavori, che hanno reso questa giornata cosi interessante nei contenuti e organizzata veramente bene: Ludoteca/Baby Parking, attivatà per bambini di ogni età, parco giochi, nursery, pranzo, refreshment, caffè e merende (tutto gratuito) e poi non dimentichiamo la location, ideale per la posizione, vicino a metropolitana e comoda anche per chi è arrivato in macchina, e anche per gli spazi.
Grazie a tutti/e per aver condiviso degli argomenti tanto nuovi per noi, che ci aiuteranno a migliorarci e che ci hanno fatto capire meglio questo mondo cosi tanto in espansione, speriamo di rivederci presto, quando noi saremo un pò più cresciute e potremo provare a dire la nostra....A PRESTO!!

martedì 5 giugno 2012

Weekend nelle Marche



Per motivi di lavoro sono dovuta andare nelle Marche, fra Fano, Lucrezia e Serrungarina e sono riuscita  a portare tutta la family al seguito. Abbiamo alloggiato all’agriturismo La Meridiana, stile rustico sia nell’aspetto interiore che negli arredamenti, circondato da prati e distese di grano. Non vi dico quando la Cucciola ha visto cavalli e galline… ovviamente impazzita…ogni mattina è andata a salutare tutti “gli animalini”, ha accarezzato i cavalli e gli ha dato anche l’erbetta fresca…che esperienze!!!! Un posto in mezzo alla campagna a soli 20 Km dal mare. La Signora, molto gentile e disponibile, ci ha viziato con delle colazioni da 10, marmellate fatte in casa, torte salate, crostate e un cheese-cake favoloso!
Non conoscevo molto queste zone, ma devo dire che la campagna è veramente suggestiva, un sali e scendi di colline che finiscono a picco sul mare.

Acqua che passione!


Un’ attività che consiglierei in questo periodo sono quelle in acqua. Sia nelle palestre che nelle piscine di ogni città e paese vengono organizzate moltissime attività, oltre ai tradizionali corsi di nuoto. Da Giugno in alcune strutture  vengono svolte anche all’aperto….Fitness unito all’ abbronzatura....il Top!
L’ Acquagym e lAcquastep sono le più comuni, ma non perdetevi lHydrobike se ne avete la possibilità, potrete cosi unire i benefici della bike a quelli dell’acqua che è eccellente per la ritenzione idrica e la pelle a buccia d’arancia. E’ un’attività che fa dimagrire, rassoda cosce e glutei, migliora il sistema cardiovascolare e si consumano ben 1350 Calorie per ora!!!

domenica 3 giugno 2012

Botta di gola ...

Torta al cioccolato

250 g cioccolato fondente
200 g burro
200 g zucchero
100 g di gocce di cioccolato al latte
70/80 g di farina 00
3 uova
1 confezione di panna spray
1 confezione di riccioli di cioccolata bicolori

In un pentolino a fuoco lento, sciogliete insieme il cioccolato a pezzetti, il burro e lo zucchero, fino a che non si sarà formata una crema omogenea e molto golosa.
In seguito aggiungete le uova una alla volta, stando attente a farle amalgamare bene poi, alla fine, la farina poca alla volta. Imburrate molto bene una teglia abbastanza alta e versatevi il composto; cuocete a 180° per 30’/40° minuti, fino a che bucandola con uno stuzzicadenti non risulterà un po’ umidiccia. Mi raccomando, non cuocetela troppo e non la lasciate raffreddare in forno perché l’interno deve essere morbido, altrimenti diventa una specie di mattoncino del lego. Qui sopra vedete la torta classica, ma per arricchirla, se vi va, quando la torta si sarà raffreddata,  sciogliete a fuoco lento le gocce di cioccolato al latte e spalmate la crema sulla superficie della torta, spolverandola poi, con i riccioli bicolore. Servitela pure a temperatura ambiente con un ricciolo di panna a fianco. Non vi demoralizzate se non vi viene alla prima...la foto che vedete è "buona la terza" !! 

Cheese - Cake Classico

Per la base:
30 biscotti secchi
½ tazza di burro fuso
½ tazza di zucchero

Per il composto:
750 g Philadelphia
200 g zucchero
3 uova
1 bustina di vanillina
1 confezione di panna montata spray

Preparate la base tritando finemente i biscotti, poi aggiungete il burro fuso, lo zucchero e mescolate bene il tutto. Imburrate bene fondo e bordi della teglia poi disponete la base di biscotti,burro e zucchero sul fondo. A questo punto preparate il composto mescolando tutto il Philadelphia, con le uova, lo zucchero e la bustina di vanillina.
Versate il tutto nella teglia imburrata e cuocete a 180° per 40’ più o meno. Il dolce sarà pronto quando sulla superficie si sarà formata una specie di fine crosticina giallo scuro.
Il mio consiglio è di lasciarlo raffreddare in forno e servirlo a temperatura ambiente con un ricciolo di panna a fianco. 

http://www.cosifantuttetutto.blogspot.it/2012/06/botta-di-gola.htmlhttp://cosifantuttetutto.blogspot.it/search/label/CUCINA